Vuoto

Totale: 0,00 €

Statuto ass. culturale Solidalbuy

Titolo Primo
COSTITUZIONE E SCOPI

art. 1 - Costituzione
E’ costituita l’Associazione culturale  di promozione sociale “Solidalbuy”;

art. 2 – Sede
L’Associazione ha sede in Via Pier Maria Rossi n.4, Parma;

art. 3 – Scopi
L’associazione non ha scopo di lucro.
L’Associazione “Solidalbuy” ha lo scopo di promuovere ed effettuare beneficienza a favore di altri enti e/o associazioni non profit che necessitano per i loro scopi istituzionali e per la realizzazione di loro progetti ed iniziative di sostegno ed assistenza anche economica.
Per raggiungere lo scopo l’Associazione si propone di:
•    Promuovere ed organizzare la raccolta di fondi necessari per     l’attività di beneficienza anche attraverso iniziative e     manifestazioni, nonché la raccolta di fondi e la vendita di beni     anche attraverso canali telematici;
•    Pubblicizzare le proprie iniziative attraverso qualsiasi mezzo di     comunicazione;
Inoltre per perseguire lo scopo statutario l’Associazione potrà:
•    Svolgere qualunque attività connessa ed affine allo scopo stesso;
•    Compiere tutti gli atti necessari e concludere ogni operazione di     natura mobiliare, immobiliare e finanziaria, nessuna esclusa.

Titolo Secondo
I SOGGETTI

art. 4 – I Soci
Il numero dei soci è illimitato; all’Associazione possono aderire le persone di ambo i sessi, indipendentemente dalla propria appartenenza politica e religiosa, cittadinanza, appartenenza etnica e professione; possono altresì essere soci anche le associazioni, gli enti ed altre eventuali persone giuridiche pubbliche e private che operano nella ricerca e nello sviluppo della crescita culturale del territorio.
•    Soci Fondatori: sono coloro che hanno partecipato alla costituzione     dell’Associazione e, salvo loro espressa rinuncia, fanno parte del     Consiglio Direttivo;
•    Soci Ordinari: sono coloro che sono stati ammessi dal Consiglio Direttivo in tempi successivi alla data di costituzione dell’Associazione e possono essere ammessi al Consiglio Direttivo con incarichi specifici;

art. 5 – Diritti dei soci
I soci hanno diritto:
    a partecipare alle assemblee secondo le norme statutarie;
    a partecipare alle attività dell’Associazione;
hanno il dovere:
di contribuire con il massimo impegno al raggiungimento degli scopi dell’Associazione;
di versare la quota associativa annuale nella misura determinata dal Consiglio Direttivo

art. 6 – Iscrizione, durata e cessazione
Per ottenere l’iscrizione all’associazione è necessario presentare o sottoscrivere una domanda al Consiglio Direttivo il quale, con giudizio insindacabile, comunica all’interessato la decisione entro trenta giorni dalla presentazione della domanda stessa. Trascorso tale termine, la domanda si intende tacitamente respinta.
    L’iscrizione cessa per:
•    dimissioni
•    revoca da parte del Consiglio Direttivo
•    per mancato rinnovo della quota associativa
La cessazione di appartenenza all’Associazione comporta la perdita di ogni diritto nei confronti della stessa, salvo diversa decisione del Consiglio Direttivo.

Titolo Terzo
ORGANIZZAZIONE
art. 7 – Composizione dell’Associazione
L’Associazione è composta dai seguenti organi sociali:
•    Il Consiglio Direttivo
•    L’Assemblea dei soci

art. 8 – Il Consiglio Direttivo
Il Consiglio Direttivo è composto da 3 a 7 membri eletti dall’Assemblea dei Soci e dura in carica tre anni.
Tutti i componenti del Consiglio Direttivo sono rieleggibili nelle loro cariche.
Possono essere eletti alle cariche sociali i soci maggiorenni dell’Associazione che abbiano maturato almeno tre mesi di iscrizione.

•    Composizione
Il Consiglio Direttivo è composto dal Presidente, Vicepresidente, dal Segretario con funzioni di tesoriere e da soci con  incarichi specifici che per la loro professionalità si ritengono necessari al raggiungimento degli scopi dell’Associazione.
Il primo Consiglio Direttivo è composto dai soci fondatori che possono affidare gli incarichi di cui sopra anche a soci ammessi successivamente;
•    Le cariche istituzionali
Il Presidente è designato dal Consiglio Direttivo a maggioranza dei componenti e dura in carica tre anni. E’ rappresentante legale dell’Associazione, convoca e presiede il Consiglio e le Assemblee e da’ esecuzione alle decisioni del Consiglio.
Il Vicepresidente è designato dal Consiglio Direttivo. In assenza del Presidente lo sostituisce in tutte le sue funzioni e può essere delegato dallo stesso a parte dei suoi compiti o ad altri incarichi specifici.
Il Segretario è nominato dal Consiglio Direttivo ha l’incarico di redigere i verbali delle assemblee, controlla l’erogazione dei fondi affidati all’associazione, provvede ai pagamenti, predispone i bilanci di esercizio e cura la tutela del patrimonio sociale.
•    Competenze
Il Consiglio Direttivo svolge le seguenti funzioni:
a.    gestisce l’Associazione secondo l’indirizzo previsto dallo Statuto sia per gli atti di ordinaria che di straordinaria amministrazione,
b.    decide sull’ammissione dei nuovi aderenti all’Associazione e sulla permanenza dei requisiti di quelli già presenti,
c.    decide la quota associativa annuale,
d.    predispone annualmente il bilancio preventivo,
e.    predispone annualmente il bilancio consuntivo e la relazione sull’attività da sottoporre all’Assemblea dei soci.

I suoi membri non hanno diritto a compenso, salvo che il Consiglio Direttivo non deliberi diversamente, ad essi spetta comunque il rimborso delle spese sostenute nell’esercizio delle loro mansioni.

•    Convocazione e validità delle deliberazioni

Il Consiglio Direttivo si riunisce su convocazione del Presidente o su richiesta di un consigliere mediante avviso scritto almeno sette giorni prima della data stabilita, salvo casi di urgenza.
Il Consiglio è validamente costituito e può deliberare, anche in assenza di quanto sopra previsto, qualora siano presenti tutti i suoi membri.
Il Consiglio è validamente costituito quando sono presenti almeno i due terzi dei componenti.
Le deliberazioni sono assunte con il voto favorevole della maggioranza dei presenti, in caso di parità il voto del Presidente si considera doppio.
Occorre l’unanimità dei componenti:
-    per le deliberazioni in materia di straordinaria amministrazione
-    nel caso di ammissione di nuovi soci
art. 9 – L’Assemblea dei Soci

•    Composizione
E’ composta da tutti i soci maggiorenni in regola con il pagamento della quota associativa. Ciascun socio ha un solo voto da esprimere direttamente. L’assemblea è presieduta dal Presidente o da un suo delegato. Delle riunioni dell’Assemblea si redige un apposito verbale firmato dal Presidente o suo delegato e da un Segretario nominato dal Presidente stesso

•    Competenze

L’Assemblea dei soci svolge le seguenti funzioni:
a.    nomina il Consiglio Direttivo,
b.    approva il bilancio consuntivo e la relazione sull’attività predisposto dal Consiglio Direttivo,
c.    propone iniziative al Consiglio Direttivo,
d.    delibera sulle proposte di modifica dello Statuto con il voto favorevole di almeno quattro quinti dei soci presenti,
e.    delibera sullo scioglimento dell’Associazione con il voto favorevole di almeno quattro quinti dei soci presenti,
 
•    Convocazione e validità delle deliberazioni

L’Assemblea dei soci deve essere convocata almeno una volta all’anno dal Consiglio Direttivo per l’approvazione del rendiconto dell’esercizio precedente oppure può essere richiesta da almeno un quinto dei soci.
La convocazione dovrà avvenire mediante avviso esposto presso la sede dell’Associazione almeno 20 giorni prima della data fissata oppure mediante avviso scritto recapitato al domicilio di ogni socio almeno otto giorni prima della data stabilita.
L’Assemblea è validamente costituita in prima convocazione qualora sia presente almeno la metà più uno dei soci maggiorenni. In mancanza di regolare adunanza in prima convocazione l’Assemblea è validamente costituita e può deliberare dopo un’ora qualunque sia il numero dei presenti.
Le deliberazioni sono assunte con il voto favorevole della maggioranza dei presenti, tranne i casi di modifica allo Statuto o di scioglimento dell’Associazione.
Le deliberazioni adottate dovranno essere riportate su un Libro Verbali a cura del Segretario, che sottoscrive il Verbale unitamente al Presidente; il Verbale dovrà essere a disposizione dei soci. Per la e elezioni degli organismi direttivi dovranno essere riportati il numero dei votanti, il numero delle schede valide, nulle e bianche.

Titolo Quarto
GESTIONE FINANZIARIA

art. 10 – Mezzi finanziari

Alle spese occorrenti per il finanziamento dell’Associazione si provvede con le entrate derivanti da:
•    quote di associazione
•    contributi provenienti da enti o privati
•    incassi di manifestazioni e iniziative solidaristiche promosse dall’Associazione
•    qualsiasi altra entrata a qualsiasi titolo realizzata, previa delibera di accettazione da parte del Consiglio Direttivo

art. 11 – Gestione finanziaria

La gestione finanziaria si svolge in base al bilancio annuale di previsione deliberato dal Consiglio Direttivo.
L’Esercizio finanziario ha la durata di un anno e coincide con l’anno solare.
Il bilancio consuntivo e la relazione sull’attività svolta sono predisposti dal Consiglio Direttivo e approvati dall’Assemblea dei soci.
Per quanto riguarda eventuali utili, avanzi di gestione o eventuali fondi, essi vanno obbligatoriamente reimpiegati per i fini propri dell’Associazione e non possono in alcun caso essere distribuiti tra i soci.

Titolo Quinto
DISPOSIZIONI FINALI

art. 12 – Scioglimento

L’associazione si estingue:
•    per deliberazione dell’Assemblea dei soci;
•    quando tutti i soci sono venuti a mancare.
In caso di scioglimento l’associazione devolve il proprio patrimonio ad altre organizzazioni non lucrative o a fini di pubblica utilità.

art. 13 – Disposizioni finali
Per quanto non previsto dal presente Statuto si fa riferimento alle norme di legge in materia e ai principi generali dell’ordinamento giuridico italiano.